Digital marketing: Farmasi cresce e punta all’estero

Digital marketing: Farmasi cresce e punta all'estero

Oggi il Giornale di Brescia dedica un articolo a Farmasi:

Digital marketing: Farmasi cresce e punta all'estero

BRESCIA. Il suo punto di forza è full service, ovvero la capacità di progettare, realizzare, installare e seguire il post vendita nella fornitura di hardware e software. Il core business consiste nell’erogazione di servizi di Ict, con una specializzazione nel digital marketing rivolto al settore Farmaceutico. E la politica aziendale guarda all’espansione sui mercati esteri e ad una crescita, a breve termine, del fatturato.

Una bella carta d’identità per la Farmasi, azienda con uno staff di una quindicina di persone, una rete di tecnici e agenti sparsi sul territorio nazionale; una sede di circa 1500 metri quadri dove sono dislocati l’ufficio tecnico, il laboratorio di assistenza e il magazzino. «Siamo nati nel 1993 – racconta il presidente Mario Mattia, un lungo passato nelle tecnologie elettroniche (è stato fondatore di Dinema e di Deimo) -. Siamo partiti con un software gestionale per poi orientarci maggiormente su prodotti e servizi di Digital Signage di nostra produzione. Il primo prodotto è stato una bacheca elettronica per informazioni agli utenti sulla turnazione delle farmacie. Attualmente, abbiamo più di 700 postazioni funzionanti in Italia». Se consideriamo anche gli altri sistemi elettronici, sono più o meno tremila le farmacie italiane servite dall’azienda, di cui poco meno del 50% nella provincia bresciana. Parliamo di croci a Led e insegne luminose su misura, led da vetrina, e del dispositivo olografico 3D Hypervsn.

Inoltre l’azienda è anche Internet Provider, quindi in grado di assicurare servizi internet e soluzioni web quali registrazione di domini, hosting, clouding, siti web ed ecommerce. «Abbiamo appena sviluppato, unici in Italia – sottolinea Mattia, che è affiancato nell’attività dal figlio Marco, amministratore delegato, una nuova piattaforma installata sui Led a muro per vetrine emozionali e palinsesti intelligenti. Al sistema abbiamo aggiunto sensori biometrici in grado di riconoscere età, sesso ed espressioni facciali del soggetto che si trova di fronte al Ledwall e mostrare il contenuto pubblicitario più in target per generare in real time, nel rispetto della privacy, una serie di dati statistici sulla clientela, così da orientare i proprietari delle farmacie nella scelta dei prodotti.

L’azienda oggi è in evoluzione. Il fatturato è stato raddoppiato nel corso dell’ultimo triennio: un milione di euro nel 2017, 2 milioni nel 2018 e «contiamo di sfiorare 2,8-3 milioni nel 2019». L’ambizione è di ampliare il raggio d’azione ed abbracciare un sempre maggior numero di settori merceologici. «Ci stiamo muovendo con applicazioni in tutti gli ambiti, dai viaggi all’abbigliamento ai mobili – riferisce il presidente -; abbiamo partecipato in febbraio alla manifestazione Cidneon del Comune. Stiamo entrando nel mercato estero; abbiamo fornito un Ledwall di 30 metri quadri a Bruxelles e, occasionalmente, venduto in Russia e Svizzera. Abbiamo ricevuto una commessa anche da Dubai.»

Anita Loriana Ronchi

Scrivi una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.I campi obbligatori sono contrassegnati *